Piano Triennale Prevenzione Corruzione (PTPC)

Secondo il disposto dell’articolo 1 della Legge 6 novembre 2012 - n. 190, il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione (PTPC) costituisce la modalità principale attraverso la quale le Amministrazioni Pubbliche definiscono e comunicano all’Autorità Nazionale Anticorruzione “la valutazione del diverso livello di esposizione degli uffici a rischio di corruzione e indicano gli interventi organizzativi volti a prevenire il medesimo rischio“ (articolo 1, comma 5).

Il PTPC rappresenta, quindi, lo strumento attraverso il quale l’amministrazione descrive il “processo” finalizzato ad implementare una strategia di prevenzione del fenomeno corruttivo ovvero all’individuazione e all’attivazione di azioni, ponderate e coerenti tra loro capaci di ridurre significativamente il rischio di comportamenti corrotti. Esso, quindi, è frutto di un processo di analisi del fenomeno stesso e di successiva identificazione, attuazione e monitoraggio di un sistema di prevenzione della corruzione.

Il PTPC non è un documento di studio o di indagine, ma uno strumento per l’individuazione di misure concrete, da realizzare con certezza e da vigilare quanto ad effettiva applicazione e quanto ad efficacia preventiva della corruzione.

Allegati
DM 39-2020
PTPC e trasparenza - istituzioni scolastiche Emilia Romagna 2020-2022
PTPC e trasparenza - istituzioni scolastiche Emilia Romagna 2019-2021
Programma Triennale per la Trasparenza e l'Integrità 2016-18
Patto di integrità in materia di contratti pubblici